Bonaccini favorito alla segreteria del PD, ma il dato clamoroso è un altro: il sondaggio

Sondaggi politici elettorali oggi 13 gennaio 2023: Bonaccini favorito per la segreteria Pd, ma gli elettori vorrebbero altri candidati

SONDAGGI POLITICI ELETTORALI OGGI 13 GENNAIO 2023

SONDAGGI POLITICI ELETTORALI – È Stefano Bonaccini il candidato alla segretaria del Pd favorito per le primarie del prossimo 26 febbraio, ma il vero dato clamoroso è che la maggior parte degli intervistati non indica nessun nome tra quelli proposti: è quanto emerge dagli ultimi sondaggi politici elettorali elaborati da Ipsos e presentati nel corso del programma Di Martedì, in onda nella serata del 10 gennaio su La7.

Alla domanda su “Chi dovrebbe essere il nuovo segretario del Pd”, infatti, il 32 per cento ha risposto il nome dell’attuale governatore dell’Emilia-Romagna.

L’11% opta per Elly Schlein, mentre l’8 per cento preferisce Gianni Cuperlo. Il 5% ha risposto Paola De Micheli, mentre solamente l’1 per cento ha indicato Antonio Guizzetti.

Il dato clamoroso, però, come detto è rappresentato da quel 43% del campione che non ha indicato nessuno dei nomi in lizza per la segreteria del Partito Democratico e ha preferito non rispondere al quesito.

COME SI FANNO I SONDAGGI

I sondaggi elettorali e politici vengono effettuati da società demoscopiche rispettando criteri scientifici ben precisi. Gli autori delle rilevazioni devono individuare un campione da intervistare sufficientemente ampio e rappresentativo della popolazione che si intende analizzare. Nel caso dei sondaggi sulle intenzioni di voto ai partiti o dell’indice di fiducia dei leader politici dunque gli intervistati devono rappresentare adeguatamente la popolazione italiana maggiorenne, coloro che hanno diritto al voto e che si recano alle urne. Questo lavoro viene fatto per ridurre al minimo il margine di errore e rendere la rilevazione quanto più attendibile. Di solito un sondaggio politico-elettorale viene considerato affidabile se il margine di errore indicato è del del 3 per cento con un intervallo di confidenza del 95 per cento. È proprio quella di identificare un campione rappresentativo della popolazione la maggiore difficoltà dei sondaggisti. Le interviste per i sondaggi politici elettorali di solito vengono effettuate con una metodologia Cati, telefonicamente, o Cawi, via Internet, o mista. Per effettuare le interviste le società demoscopiche si affidano a società specializzate.

Fonte: TPI

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: