È morto Roberto Maroni: il politico leghista e ministro dell’Interno aveva 67 anni

Era stato ricoverato lo scorso anno dopo aver avuto un malore improvviso a casa sua

Il politico leghista Roberto Maroni è morto oggi, 22 novembre. Maroni era stato ricoverato a gennaio dello scorso anno all’ospedale di Lozza, in provincia di Varese, per un malore improvviso che gli sopraggiunse mentre si trovava a casa sua. A dicembre 2021 venne poi sottoposto a un intervento chirurgico presso l’istituto neurologico Besta di Milano. La famiglia e lo stesso Maroni hanno sempre mantenuto grande riserbo in merito alle condizioni di salute dell’ex governatore, il quale ci tornò solo lo scorso ottobre dichiarando: «La mia malattia? È una cosa che non trascuro, facendo tutte le cure necessarie. Ho capito che tra le cose importanti non c’è la politica con la “p” minuscola».

Chi è Roberto Maroni

Volto storico del Carroccio e già ministro dell’Internonei governi Berlusconi I e Berlusconi IV, Roberto Maroni è stato presidente della Regione Lombardia dal 2013 al 2018. Assieme a Roberto Calderoli e Manuela Dal Lago, divenne parte del triunvirato formatosi ad aprile 2012 fino al congresso della Lega Nord per sostituire la carica di segretario del partito dopo che il leader Umberto Bossi venne coinvolto in un’inchiesta giudiziaria per l’accusa di appropriazione indebita dei rimborsi elettorali. Poi a luglio dello stesso anno venne eletto al congresso come segretario federale della Lega Nord dall’1 luglio 2012 al 15 dicembre 2013. A dicembre subentrò Matteo Salvini alla guida del partito. Alle regionali in Lombardia del 2013 venne eletto con il 42,8% dei voti, per poi non ricandidarsi alle successive elezioni del 2018.

Fonte: OPEN

Rispondi

Previous post Fratelli d’Italia cresce ancora, sale anche il Pd. La Lega in affanno: finisce dietro al Terzo polo. Il sondaggio Swg della settimana
Next post Taglio del cuneo fiscale per i redditi bassi: come cambiano le buste paga nel 2023
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: