Ucraina, allarme sui media: «La Russia ha lanciato un missile nucleare con testata convenzionale»

Secondo esperti militari, Mosca starebbe esaurendo le scorte di missili da crociera convezionali

Secondo il portale di notizie militari Defense Express, uno dei missili lanciati ieri dalle forze russe su Kiev, e abbattuto dalla contraerea ucraina, sarebbe stato un missile da crociera X-55: un tipo di razzo che può portare testate nucleari, anche se in questo caso ne era privo. La notizia, rilanciata dai media ucraini come l’Ukrainska Pravda, fa temere un messaggio oscuro da parte del Cremlino. Secondo alcuni esperti militari, tuttavia, la spiegazione della scelta potrebbe essere molto più concreta: Mosca starebbe rapidamente esaurendo le scorte di missili da crociera convenzionali, scesi sotto al livello critico, e avrebbe necessità dunque di utilizzare i missili X-55, prendendoli dall’arsenale nucleare e dotandoli di testate convenzionali, per poter continuare i suoi raid. Questa mattina intanto, in vista di nuovi possibili attacchi, il Comune di Kiev ha consigliato ai cittadini della capitale di fare scorte di acqua e cibo, nonché di prepararsi a lunghe interruzioni della corrente elettrica.

Foto: ANSA/Laurence Figà Talamanca – Un’installazione alla mostra ‘Crocifissione dell’Ucraina’ al Museo della Storia dell’Ucraina di Kiev.

Fonte: OPEN

Rispondi

Previous post Il manifesto di Elly Schlein per il congresso Pd: «Socialisti, progressisti, ecologisti: un altro modello di sviluppo è possibile»
Next post Luigi Di Maio inviato Ue nel Golfo, il report sul tavolo di Borrell: «È il candidato ideale»
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: