Ruby Ter, il pm chiede l’assoluzione di Berlusconi «perché il fatto non sussiste»

L’ex premier e l’amico Mariano Apicella sono accusati di corruzione per la falsa testimonianza del cantante

Il pubblico ministero di Roma Roberto Felici ha chiesto l’assoluzione con formula piena «perché il fatto non sussiste» per il leader di Forza Italia Silvio Berlusconinel processo Ruby Ter. Il pm ha chiesto che siano fatte cadere le accuse anche contro l’amico dell’ex premier, il cantante Mariano Apicella. Entrambi sono accusati di corruzione in relazione alla falsa testimonianza di Apicella sulle feste organizzate ad Arcore. Con riferimento ai versamenti sospetti, che dovrebbero riguardare il 2012, Felici ha detto di aver potuto verificare «che i pagamenti risalgono di gran lunga a prima quindi è difficile immaginare che siano dovuti alla presunta falsa testimonianza». Tra Berlusconi e Apicella, ha ricordato il pm, «c’era un rapporto amichevole di lunga data».

Foto: ANSA/ANGELO CARCONI

Fonte: OPEN

Rispondi

Previous post Dl Aiuti quater, salta l’innalzamento del tetto al contante. La Lega rassicura: «Sarà in legge di Bilancio»
Next post L’ira di Aboubakar Soumahoro sul caso delle coop: «Fango mediatico, non mi fermeranno»
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: