Advertisement Section

Salvini: «Governo pronto a usare il pugno duro contro gli sbarchi: chi sbaglia paga». Calenda: «Il problema politico più rilevante per l’Italia è lui»

Il leader di Azione contro il vicepremier leghista: «Il modo in cui Salvini fa politica è irresponsabile, infantile e pericoloso, ma quando lo fa al governo il danno delle sue stupidaggini riverbera sul Paese. Qualcuno lo fermi»

Il leader della Lega Matteo Salvini, vicepremier e ministro delle Infrastrutture del governo Meloni, ha pubblicato un tweet con un’immagine che lo vede protagonista in prima persona, con alle spalle la foto di una nave delle navi delle organizzazioni non governative che salvano i migranti in mare, su cui campeggia una scritta, a caratteri cubitali, che recita: «Stretta in vista, multe sequestri e più controlli. Il governo pronto al pugno duro sugli sbarchi». E Salvini accompagna la “card” aggiungendo: «Chi sbaglia paga. Bene così». A stretto giro, sempre su Twitter, è arrivata la replica del leader di Azione, Carlo Calenda: «Il problema politico più rilevante per il governo e per l’Italia è Salvini. Frasi da ultrà al bar, proclami vuoti e roboanti, fanfaronate con i francesi, lavoro concreto inesistente. Al governo o in vacanza al Papeete per lui è la stessa cosa. Per noi no». Nelle scorse ore, il leader di Azione, parlando della crisi tra Italia e Francia sui migranti, ha dichiarato: «Macron per la prima volta accetta di far entrare una nave in un porto francese, aiutando l’Italia. Il modo in cui Salvini fa politica è irresponsabile, infantile e pericoloso, ma quando lo fa al governo il danno delle sue stupidaggini riverbera non solo sul governo, di cui noi siamo all’opposizione, ma sul Paese. Qualcuno lo fermi».

Fonte: OPEN

Rispondi

Previous post M5s, fuori per il doppio mandato tornano in Parlamento Crimi e Taverna: Conte li assume a 70 mila euro annui
Next post Papa Francesco: «È la Terza guerra mondiale. Non facciamoci incantare dalle ricette facili del populismo»
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: