Advertisement Section

Mise, tolta la fotografia di Mussolini per evitare polemiche. Bersani: «Via la mia». La Russa: «Cancel culture?»

Il ministro Giorgetti ha fatto presente che la fotografia si trova anche a palazzo Chigi

È stata rimossa la fotografia di Mussolini, appesa al ministero per lo Sviluppo Economico insieme ad altri ministri. Lo ha reso noto il Mise, aggiungendo che la decisione è stata presa per «evitare polemiche e strumentalizzazioni». In queste ore, il ministro Giancarlo Giorgetti – il leghista di punta per il ministero dell’Economia nel futuro governo di centrodestra – si è espresso sulla vicenda, affermando che l’immagine di Mussolini è presente anche a palazzo Chigi. «Nessuno si è accorto» che la foto del Duce «c’è anche a Palazzo Chigi, non solo al Mise, comunque se è un problema la togliamo», ha detto interpellato dai giornalisti a Montecitorio. E alla domanda dei cronisti sul perché sia stata messa solo adesso, Giorgetti ha risposto che è stato deciso di appenderla per il «Il 90/mo anniversario di Palazzo Piacentini. Ci stanno tutti i ministri, ahimé Mussolini – continua Giorgetti – è stato il primo ministro delle corporazioni», nel 1932. Ma non solo a palazzo Chigi si troverebbe la fotografia che ritrae Benito Mussolini, bensì anche a «al ministero della Difesa». Lo ha affermato il neo presidente del Senato, Ignazio La Russa, aggiungendo – inoltre – «C’è scritto anche al foro italico, che facciamo cancel culture anche noi?». A rivelare la notizia dell’immagine di Mussolini, appesa al ministero, era stata l’inviata di La7Alessandra Sardoni -, in collegamento nel programma Diario Politico, venerdì 14 ottobre, poi confermata anche su Twitter.

Dopo la notizia dell’esposizione della fotografia di Mussolini nei corridoi del Mise, si sono alzate diverse proteste da parte di vari esponenti politici. Tra tutti, Pierluigi Bersani che con un tweet ha chiesto di togliere la sua foto, tra quella dei ministri. «Mi giunge notizia che al MISE sarebbero state esposte le fotografie di tutti i ministri, Mussolini compreso. In caso di conferma, chiedo cortesemente di essere esentato e che la mia foto sia rimossa», scrive Bersani su Twitter che guidò il ministero per circa due anni, durante il secondo governo Prodi.

Tempestiva anche la denuncia della Funzione Pubblica Cgil che definisce «atto gravissimo, oltre che deplorevole», l’esposizione della fotografia del Duce a palazzo Piacentini. «Abbiamo appreso da una rete televisiva nazionale, e ci risulta confermato da lavoratrici e lavoratori, che all’interno del Ministero dello Sviluppo Economico, nel corso dell’inaugurazione di un libro sul palazzo, venivano appesi quadri che ricordavano e mostravano i ministri dell’industria succedutisi. Fin qui nulla di preoccupante, se non fosse che tra i vari quadri ce ne sarebbe anche uno di Benito Mussolini», si legge nella nota.

Foto copertina: Twitter/Alessandra Sardoni | Le foto dei ministri a palazzo Piacentini, sede del Mise

Fonte: OPEN

Rispondi

Previous post Andrea Giambruno, il compagno di Giorgia Meloni non condurrà più i tg Mediaset: “Scelta condivisa”
Next post Il Parlamento comincia i lavori con una proposta di legge contro l’aborto. Nel Ddl Gasparri la modifica sui diritti del feto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: