Fontana, storia di un i(n)piegato

Il neo presidente della Camera descriveva (nel 2018) le cariche svolte sbagliando la consonante per due volte. La dichiarazione è pubblicata sul sito di Montecitorio e circola con ironia sui social

“Inpiegato”, con la”n”, al posto della “m”. Forse un errore di distrazione e però ripetuto due volte. Il neo presidente della Camera Lorenzo Fontana nel 2018 aveva compilato e firmato un documento che contiente il doppio errore di ortografia. Si tratta di una dichiarazione delle cariche ricoperte e delle funzioni svolte, come prevede il Codice di condotta dei deputati, datato 21 marzo 2018, anno in cui Fontana entrò alla Camera dei deputati, dopo le elezioni politiche dello stesso anno. Lo screenshot del documento di Fontana, di sicuro da lui firmato seppure compilato da qualcun altro, ha iniziato a circolare sui social con ironia ma si può anche scaricare dalla pagina del sito della Camera dedicata al 42enne neo presidente leghista. Come si legge nella dichiarazione, nel 2018 Fontana era un parlamentare europeo in aspettativa dal 2009 dal lavoro presso Verona Fiere come “inpiegato”.

media_alt

“A me non fa tanta impressione che sia Presidente della Camera, quanto che abbia tre lauree..” ha commentato su Twitter l’attore e conduttore Luca Bizzarri.

Fonte: HUFFINGTONPOST

Rispondi

Previous post Biden: “Guardate cosa è successo in Italia…”
Next post La storia politica di via della Scrofa, dove Silvio Berlusconi cercherà la riconciliazione con Giorgia Meloni
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: