Attacco missilistico su tutta l’Ucraina. Colpita anche Kiev. «Un missile è caduto vicino all’ufficio di Zelensky» – I video

L’inviato della Reuters dice che una grossa nube di fumo nero si è alzata da tre palazzi nel centro della capitale

Alcune potenti esplosioni sono state udite a Kiev. Lo riferiscono i giornalisti dell’agenzia France Presse. L’inviato della Reuters dice che una grossa nube di fumo nero si è alzata da tre palazzi nel centro della capitale dell’Ucraina. Il sindaco Klitschko conferma il bombardamento. Sul suo canale di Telegram il primo cittadino ha affermato che si sono verificate «diverse esplosioni nel distretto di Shevchenkiv, nel centro della capitale. Tutti i servizi sono stati attivati. Seguiranno dettagli». Ieri sera, subito dopo le parole di Putin sul ponte di Kerch in Crimea un allarme aereo era stato diramato in tutto il territorio ucraino. L’ex premier Medvedev aveva anche detto che i russi «si aspettano la distruzione dei terroristi del regime di Kiev».

Le esplosioni

Le esplosioni sono state avvertite questa mattina nel centro della capitale ucraina intorno alle 5:15 GMT (le 7:15 in Italia). Le sirene antiaeree hanno suonato diverse decine di minuti prima. Il giornalista Denis Kazianskyidice che il bombardamento è stato effettuato nelle ore in cui i cittadini di solito si recano al lavoro per uccidere più persone. Secondo alcune testimonianze i missili che hanno colpito la capitale dell’Ucraina sono cinque. Il Kyiv Independent invece parla di quattro esplosioni. Secondo l’emittente pubblica Suspilne le esplosioni si sono verificate vicino alla stazione dei treni. L’inviato della Bbc Hugo Bacheva era in diretta con la rete britannica durante l’inizio delle esplosioni. L’attacco è stato geolocalizzato nel quartiere di Shevchenkiv.

Uno dei razzi è caduto questa mattina vicino al monumento dell’eroe nazionale della rivoluzione ucraina Hrushevsky, secondo quanto scrive sul suo canale di Telegram il consigliere del presidente ucraino Zelensky, Anton Gerashchenko. Il ministro della Difesa ucraino Oleksii Reznikov ha scritto su Twitter che «il nostro coraggio non sarà mai distrutto dai missili dei terroristi. Anche se colpiscono il cuore della Capitale. L’unica cosa che stanno demolendo è il futuro della Russia». Alcuni video postati sui social network, presumibilmente riferibili a queste esplosioni, mostrano nubi di fumo. L’ultimo attacco missilistico contro Kiev risale al 26 giugno scorso. Tutte le stazioni della metropolitana sono state adibite a rifugio.

L’attacco su tutta l’Ucraina

Una delle esplosioni è avvenuta in via Vladimirskaya, nel quartiere di Pechersk, dove si trova l’edificio del Servizio di sicurezza ucraino. Secondo quanto riporta il Guardian sarebbero state udite esplosioni anche a Dnipro, Zhytomyr, Khmelnitsky e Ternopil. Ci sono anche notizie non confermate di esplosioni a Leopoli. Il governatore della regione di Kiev Oleksiy Kuleba ha aggiornato la situazione: «L’attacco aereo continua, chiedo a tutti di mantenere la calma e di restare nei rifugi. La difesa aerea opera nella regione. L’allerta aerea è ancora in corso. Teniamo duro».

Secondo i media ucraini uno dei missili è finito vicino all’ufficio del presidente Zelensky. Il consigliere del presidente ucraino Mykhailo Podolyak ha scritto su Twitter che gli attacchi deliberati al centro di Kiev, Zaporizhzhia e Dnipro sono «l’ennesima prova dell’inadeguatezza terroristica del Cremlino. La Russia non è in grado di combattere sul campo di battaglia, ma è in grado di uccidere i civili». Podolyak ha poi fatto un nuovo appello per altri aiuti militari.: «Invece di parlare abbiamo bisogno di difesa aerea, Mlrs, proiettili a lungo raggio».

Video da: UkPravda su Twitter

Fonte: OPEN

Rispondi

Previous post Silvio Berlusconi potrebbe diventare presidente del Senato a tempo: ecco perché
Next post Ora è Confindustria a chiedere lo scostamento di bilancio a Giorgia Meloni (e a Draghi): «Più deficit per le bollette o rivolta sociale»
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: