Ha intascato 13mila euro col Reddito di cittadinanza ma è un imprenditore: la truffa a Lecce

L’uomo possedeva anche diverse proprietà e usava conti correnti intestati a parenti per portare avanti le sue attività

Un imprenditore salentino operante nel settore marittimo è stato denunciato per aver percepito dal 2020 il reddito di cittadinanza, pur non avendo i requisiti necessari per richiederlo, intascando circa 13.000 euro che adesso dovrà restituire allo Stato. Grazie alle indagini condotte dalla Guardia Costiera di Otranto e avviata nell’inverno 2021 sotto il coordinamento del pubblico ministero Simona Rizzo del Tribunale di Lecce, è stato accertato infatti che l’uomo era in possesso di beni e proprietà che avrebbero impedito di presentare domanda per il reddito di cittadinanza. Ma per risultare idoneo, l’uomo avrebbe utilizzato i conti di alcuni parenti per far pagare i suoi servizi imprenditoriali, in modo da aggirare la tracciabilità del denaro e dei beni da lui posseduti. Dopo la scoperta l’uomo è stato denunciato, mentre l’autorità giudiziaria ha sospeso l’erogazione del contributo e disposto la restituzione delle somme percepite dal 2020 a oggi.

Fonte: OPEN

Rispondi

Previous post Dietrofront dalla Francia, lo staff della ministra Boone prova a riparare: «Frasi semplificate: non vogliamo dare lezioni»
Next post Mattarella chiude il caso Boone, così gela la ministra francese: «L’Italia sa badare a se stessa»
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: