“Stupore di Mattarella per le parole di Berlusconi su Draghi”

Al Quirinale c’è stato “stupore” per le ricostruzioni fatte da Silvio Berlusconi degli ultimi concitati giorni che hanno portato alla crisi di governo. Lo scrive l’Huffington Post. “Sergio Mattarella è rimasto molto colpito nel leggere la ricostruzione della crisi, che il Cavaliere ha affidato a una serie di interviste”. Berlusconi – ricostruisce sempre l’Huffington Post – racconta di aver chiamato, il giorno del voto di fiducia al Senato, prima Mattarella e poi Draghi e “di aver letto a tutti e due il testo della nostra risoluzione”. E prosegue: “Nessuno dei due ha sollevato obiezioni” perchè “lì non c’era scritto mandiamo a casa Draghi, ma il contrario”. Ovvero la richiesta di un Draghi bis, cambiando alcuni ministri. Mattarella – prosegue la testata online – ricorda bene come fu lui, ascoltato l’intervento del capogruppo della Lega Romeo, a cercare i leader del centrodestra. Per capire, dopo un intervento di rottura con la richiesta di un bis, quali fossero le loro reali intenzioni. E il telefono ha squillato ‘libero’ senza ottenere una risposta di fronte a un numero (il centralino del Quirinale) al quale, solitamente, se non si riesce a rispondere, si richiama nel giro di pochi minuti. I minuti sono diventati parecchi, fino a quando, è uscito, nel pomeriggio, il comunicato congiunto del centrodestra che traduceva in posizione comune le parole di Romeo. A quel punto è arrivata, al Quirinale, la telefonata di Berlusconi: “Presidente, sono qui con Matteo, volevo dirle che il comunicato è stato già licenziato”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...