“Con l’estate finirà anche la luna di miele tra governo e elettori. Già vedo i primi segnali”

matteo renzi intervista 

“Questo è il decreto disoccupazione”. “Con l’estate finirà la luna di miele e M5S e Lega dovranno dire in legge di bilancio cosa faranno e cosa no”. Così Matteo Renzi in una lunga intervista a Il Sole 24 Ore, la prima a tutto campo dalle elezioni politiche. “Ho visto finalmente le prime proteste delle aziende del nord est. Sono certo che è solo l’inizio, e che nelle prossime settimane la reazione si estenderà a tutto il Paese”.

“Di Maio mette in difficoltà le imprese creando incertezza – continua Renzi-. Con il Jobs act non sono solo aumentarti gli occupati di oltre un milione, raggiungendo un risultato storico, ma sono anche drasticamente diminuiti del 75% i contenzioni in materia di lavoro che hanno sempre creato problemi e difficoltà alle imprese e agli investimenti per l’occupazione”.

“Con l’estate finirà la luna di miele, dovranno dirci cosa faranno e cosa no […] Dovranno dirci cosa faranno e cosa no, dopo aver promesso la luna, dal reddito di cittadinanza alla Fornero”.

Secondo Renzi il ministro dell’Economia Tria “ha una responsabilità molto pesante, essendo l’unico di cui i mercati si fidano. Ma non basta”.

L’ex premier e segretario del Pd è molto critico anche sulla vicenda Ilva: Di Maio, ha detto “ha promesso per cinque anni di chiudere l’Ilva e ora sta solo cercando di salvare la faccia. Alla fine sarà costretto ad ammettere che noi abbiamo salvato Taranto” e sulla decisione di azzerare il Cda di Ferrovie dello Stato:

“Vogliono solo prendersi le poltrone, altrimenti non si spiega come possano mandare via un amministratore delegato e un Cda che ha portato Fs oggi a fare investimenti per il 2018 pari a 8 miliardi e a far crescere del 25% il numero dei passeggeri”.

E ricordando lo scomparso Sergio Marchionne “che ha salvato la Fiat quando sembrava impossibile” trae un ammonimento generale: “C’è chi crede che il futuro sia il reddito di cittadinanza e i sussidi. E chi crede che sia l’impegno, la fatica, l’industria. Io non ho dubbi sulla parte da cui stare”. Secondo Renzi il vero banco di prova per il governo giallo-verde sarà la prossima legge di bilancio:

“Già a fine settembre, con la nota di aggiornamento al Def, si capirà se l’Italia sta andando nella direzione dello sforamento del deficit”.

E sulle frizioni tra Salvini-Di Maio e Tria: “Dopo cinque mesi dalle elezioni è l’ora di finirla con le schermaglie tattiche. Sono il Governo, governino se sono capaci. Altro che propaganda come hanno fatto con vitalizi, decreto Di Maio, aereo di Stato”.

Fonte: Agi.it

del 27 Luglio 2018

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...