Lo spasso: Travaglio sperimenta su di sé il metodo Travaglio

Lo spasso: Travaglio sperimenta su di sé il metodo Travaglio

Marco Travaglio (foto LaPresse)

Al direttore – Ho letto sul Fatto Quotidiano di mercoledì un editoriale di Marco Travaglio più spassoso di uno spettacolo di Beppe Grillo. Forse, caro direttore, lo avrà letto anche lei. Scrive Travaglio: “Siccome non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire né peggior cieco di chi non vuol vedere, Diego Bianchi in arte Zoro prende mezza frase dal mio articolo piuttosto lungo di ieri sui migranti per segnalarmi alla corte di rottweiler che popolano il suo profilo Twitter. I quali – senza aver letto una riga del mio pezzo – colgono l’occasione per riempirmi di insulti e dipingermi come servo di questo o quell’altro. Nessun problema: c’è chi pensa di fare informazione a colpi di show, magliette e tweet, e chi prova a farla documentandosi e studiando. Poi ciascuno sceglie quella che preferisce”. Caro Cerasa, mi viene un dubbio: Travaglio parlava del metodo Zoro o parlava del metodo Travaglio?

Marco Lippi

Fonte: Il Foglio

 

 

Annunci

About ConfrontoDemocratico

View all posts by ConfrontoDemocratico →

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.