LA BREVE E INFELICE VITA DEL GOVERNO SALVINI

E’ possibile che la vittima più illustre di Salvini sia l’Italia, cioè noi. Ma, prima, ce ne sono molte altre.

1- I migranti, intanto,  costretti a fare lunghi, costosi (per noi) e inutili giri in mare. Tutto questo al solo scopo di soddisfare la voglia di bullismo di Matteo Salvini. Con le sue iniziative non si è fatto un solo passo in avanti verso il fantastico e demenziale obiettivo di “migranti zero”. Non solo: sta litigando con mezza Europa e alla fine questa bravata dovremo pagarla.

2- Rimane il fatto che “migranti zero” è un obiettivo da dementi. Secondo qualsiasi studio l’Italia ha bisogno di 200-300 mila  nuovi arrivi (migranti) all’anno. Se questo non dovesse accadere, entro il 2065 l’Italia perderebbe undici milioni di abitanti (declino demografico), il Sud sarebbe il primo a spopolarsi e precipiterebbe in un spirale di miseria e illegalità nemmeno immaginabili oggi, una vera terra desolata, quasi post-atomica. E non si rialzerebbe mai più. Ma anche il resto del paese seguirebbe a ruota. Nessuna comunità può reggere alla perdita del 20 per cento della propria popolazione in mezzo secolo.

3- Ma ci sono vittime più immediate. Il Movimento 5 stelle, ad esempio. Fatto il governo, i pentacosi sono come spariti. Chiacchierano, dicono le consuete stupidaggini, perdono voti e più che altro sembrano vecchie zie a cui sia morto un congiunto. Di Maio ride sempre, ma è solo un tic. E stanno dando il peggio di se stessi. Persino oltre le più tremende aspettative. Ultimo caso: il ministro delle infrastrutture, la mente più lucida del Movimento, e cioè il magico Toninelli, ha ingiunto all’Olanda di ritirare due navi di due Ong che battono appunto bandiera olandese. L’Olanda, con santa pazienza, ha spiegato a Toninelli che le Ong si chiamano Organizzazioni non governative proprio perché non prendono ordini dai governi, qualunque sia la bandiera delle loro navi (di solito affittate spot). Insomma, educatamente gli hanno spiegato che è un cretino.

4- Ma c’è di peggio. Salta fuori, giorno dopo giorno, che il mitico governo del cambiamento, con tanto di contratto, sarebbe nato in realtà una sera alla presenza  dei vertici del Movimento, un imprenditore immobiliare e un faccendiere (promosso poi presidente dell’Atac), entrambi già arrestati. Il Movimento della trasparenza e del nuovo, insomma, ha fatto il suo primo governo in un conciliabolo segreto con loschi figuri. Hanno solo evitato, per quel che ne sappiamo, di nascondersi in cantina e indossare delle maschere o dei grembiulini.

5- Visto come stanno le cose, non meraviglia che stiano perdendo voti. Alle prossime elezioni Salvini li straccerà e farà un governo da solo (sempre un po’ al guinzaglio del Cavaliere, che non lo lascia correre più di tanto).

6- Dopo di che si entrerà nell’era Salvini. Che cosa succederà? Niente, è la risposta corretta. Le sue idee per il paese sono talmente sgangherate e fuori dal mondo (fuori dall’euro e dall’Europa, chiusura dei commerci internazionali, ecc.) che probabilmente saranno i suoi stessi elettori a inseguirlo con i forconi. Non appena si accorgeranno che non avranno più negher da mettere negli scantinati a lavorare e che le Bmw e le Porsche costeranno il triplo rispetto a oggi. L’era Salvini, cioè, è destinata a una breve e infelice vita.

Buona domenica a tutti.

Per i più volenterosi: en marche, comunque e come sempre.

Fonte: Uomini&Business

di GIUSEPPE TURANI | 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...