Gino Strada: “Ho 70 anni, ma mai avrei pensato di vedere ministri razzisti nel mio Paese”

“Ci sono tante nuove schiavitù in Italia, non solo nel meridione”, così Gino Strada, fondatore di Emergency, ospite di Lucia Annunziata a “1/2 h in più”, che ha poi dato un giudizio sugli ultimi due ministri dell’Interno, Minniti e Salvini: “Minniti ha fatto una politica che è un atto di guerra contro i migranti, che ha portato molti morti. Matteo Salvini vuole portare avanti l’opera di Minniti. Io spero che l’opera di Salvini finisca come quella di Minniti, nel nulla”, ha detto Strada.

“Io – ha continuato Strada – ho 70 anni e sono sconcertato. Non mi aspettavo di vedere ministri dell’Interno razzisti o sbirri in Italia”, riferendosi sempre a Marco Minniti e Matteo Salvini. “La politica di Minniti era pagare degli assassini per dire assassinatevi pure ma non a casa nostra. c’è continuità di intenti con il suo successore Salvini. Non hanno considerazione delle vite umane”.

Poi un commento sulla “pacchia”, termine utilizzato da Salvini riferendosi ai migranti: “È finita la pacchia. Ma ha mai lavorato in miniera?”. “Oggi in Italia c’è una guerra tra poveri, e questo è triste. ‘Italiani prima! Vengono a portarci via il lavoro!’ – ha commentato Strada – s’è visto, gli sbarchi sono calati del 70 per cento e nessun effetto sui tassi di occupazione”.

“Pensare che la Lega sia in un governo di rinnovamento… me lo ricordo io Bossi urlacchiare in giro… mi sembra una roba vecchia. Sono stanco. Vorrei andare via dall’Italia”.

Fonte: HuffPost

del 10 Giugno 2018

Annunci

About ConfrontoDemocratico

View all posts by ConfrontoDemocratico →

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.