Siluro di Mattarella su Lega e 5 Stelle: “Non sono un notaio, premier posso sceglierlo io”.

Politica in fermento in queste ore per l’accordo tra M5S e Lega. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ricordando l’ex capo dello Stato Luigi Einaudi  si concede un paragone con l’attuale situazione politica:” Luigi Einaudi si servì in pieno delle prerogative attribuite al suo ufficio ogni volta che lo ritenne necessario. Nomina per la quale non ritenne di avvalersi delle indicazioni espresse dal principale gruppo parlamentare, quello della Democrazia Cristiana”.

L’attuale Capo dello Stato a Dogliani sottolinea: “Dopo quelle elezioni non ritenne di avvalersi delle indicazioni espresse dal principale gruppo parlamentare, quello della Democrazia Cristiana”. E ricorda: “Il presidente della Repubblica non è un notaio” La notizia è  riportata da repubblica. 

Luigi Einaudi (Carrù, 24 marzo 1874 – Roma, 30 ottobre 1961) fu eletto primo presidente effettivo della repubblica italiana al quarto scrutinio l’11 maggio 1948, con 518 suffragi su 871 votanti.

Fonte: Retenews24

del 12 Maggio 2018

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.