Gentiloni, 500 giorni per l’Italia

Il governo Gentiloni è nato all’indomani della sconfitta del Sì al referendum costituzionale del 4 dicembre 2016 e delle conseguenti dimissioni dell’allora premier Matteo Renzi. Quando il 12 dicembre Paolo Gentiloni giurò, molti commentatori ipotizzarono che il suo fosse un governo per accompagnare il Paese alle urne anticipate.

Invece da 500 giorni, anche grazie allo stallo politico dopo le elezioni del 4 marzo, il governo Gentiloni è in carica e ha realizzato importanti provvedimenti per il Paese in continuità con il precedente governo. Ad oggi è il diciannovesimo governo più longevo della storia repubblicana, e vista la situazione politica, potrebbe ancora scalare posizioni.

Continuando il lavoro del governo Renzi, quello di Gentiloni ha realizzato importanti passi avanti sui diritti (ad esempio la legge sul testamento biologico è stata approvata alla fine della scorsa legislatura) e sul sociale (su tutti l’introduzione del reddito d’inclusione per contrastare la povertà). Fondamentale il lavoro portato avanti insieme al ministro Marco Minniti, che ha messo un freno agli sbarchi dei migranti sulle nostre coste.

E poi le grandi iniziative internazionali come il G7 di Taormina, un’occasione in cui l’Italia ha dimostrato al mondo la sua capacità organizzativa e la sua bellezza, e le celebrazioni per i 60 anni dei Trattati di Roma.

Un governo, quello presieduto da Paolo Gentiloni, che nonostante l’incertezza politica di questi due mesi sta garantendo all’Italia un ruolo di primo piano a livello internazionale. I tentativi per la formazione di un nuovo governo continuano, ma la serietà con cui l’esecutivo dimissionario sta continuando a governare il Paese ha fatto tranquillizzato i mercati, che, a dispetto dei due mesi di stallo, continuano a scommettere sull’Italia.

Fonte: www.democratica.com – di Francesco Gerace

del 27 Aprile 2018

Annunci

About ConfrontoDemocratico

View all posts by ConfrontoDemocratico →

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.