Di Maio attacca Renzi e Salvini e chiede elezioni a giugno – #SenzadiMe

Luigi Di Maio aveva annunciato un video per oggi, è puntualmente è arrivato. Dopo le parole a caldo che hanno seguito la chiusura di Matteo Renzi il leader grillino si rivolge ai partiti chiedendo nuove elezioni.

L’attacco a Salvini

Di Maio è ormai rassegnato sulla possibilità di andare a Palazzo Chigi e gioca la carta elezioni. Lo fa attaccando gli avversari, l’unica tattica conosciuta in campagna elettorale. Il primo bersaglio dei suoi attacchi è il leader leghista: “Salvini ha preferito gli interessi di un condannato incandidabile a quelli degli italiani. Io gli ho parlato in maniera sincera, a cuore aperto, gli ho detto sediamoci e troviamo una quadra e facciamo partire un governo che possa cambiare il paese. Niente, lui ha scelto Berlusconi: uno che ha fatto la legge Fornero, ha creato Equitalia e ha bloccato il Paese per 20 anni per i suoi interessi personali”.

L’attacco al Pd

Non poteva mancare l’attacco al secondo forno – il Pd – e all’ex segretario Matteo Renzi: “Dall’altra parte avevamo il Pd un partito che ha preso una clamorosa batosta alle elezioni ma che qualcosa sembrava stesse cominciando a capire mettendo da parte Renzi, relegandolo a senatore semplice. Ma ieri sera lo abbiamo visto riproporre addirittura una riforma costituzionale, dopo che gli italiani gliene hanno già bocciata una. Invece di chiedere scusa agli italiani per i danni fatti con il suo governo ha attaccato me e il M5S, chiudendo a qualsiasi ipotesi di contratto”.

Ammette il capo politico del M5s che il “contratto  di governo con il Pd era l’ultima cosa che avremmo voluto fare. Ma questa legge scritta da loro ci imponeva di trovare una soluzione per gli italiani”. Una ammissione che svela l’inganno che da due mesi porta avanti Di Maio.

E’ colpa della legge elettorale

Naturalmente non poteva mancare la critica alla legge elettorale approvata da Pd e centrodestra che dal 4 marzo è al centro delle critiche grilline. Una legge che secondo il leader M5s porta “forze che hanno perso le elezioni come Forza Italia di rivendicare una vittoria in nome di una coalizione di comodo”. Di Maio nel suo attacco non dice con quale legge elettorale il M5s o qualsiasi altro partito poteva governare, ma questa è un refrain che si ripete.

Di Maio: “A Salvini dico facciamo il secondo turno a giugno”

Il capo politico cinquestelle alla fine del video chiede elezioni a giugno e si rivolge direttamente a Matteo Salvini: “A questo punto  non c’è altra soluzione, bisogna tornare al voto il prima possibile, poi ovviamente deciderà il presidente Mattarella. Tutti parlano di inserire un ballottaggio nel sistema elettorale ma il ballottaggio sono le prossime elezioni.  Quindi io dico a Salvini, andiamo insieme a chiedere di andare a votare e facciamo questo secondo turno a giugno. Facciamo scegliere i cittadini tra rivoluzione e restaurazione”.

Fonte: www.democratica.com  – di Francesco Gerace

del 30 Aprile 2018

Annunci

About ConfrontoDemocratico

View all posts by ConfrontoDemocratico →

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.