Ora tutti invocano Renzi (anche chi lo odia). #SenzadiMe

La situazione è talmente paradossale che da tutte le parti si reclama l’intervento di Matteo Renzi. Va bene la realpolitik ma in certi casi (uno su tutti, Marco Travaglio) si supera la fantasia: e così l’Uomo nero che voleva comandare ad onta di tutto e di tutti adesso viene blandito perché prenda in mano la vicenda e spinga il Pd all’abbraccio con i Cinque Stelle. Incredibile, la giravolta del Fatto. Come se Renzi non fosse lo sconfitto del 4 marzo – avendone peraltro tratto le conseguenze dimettendosi – è a lui che i nemici di ieri guardano, con pelosa attenzione, per provare a fare quello che i cosiddetti “vincitori” non sono riusciti a fare.

In certi casi gli adulatori di Renzi sono gli stessi che ne lamentano una sorta di invadenza nel suo partito, come se fosse un fatto strano, o inedito, che un leader anche se sconfitto avesse voce in capitolo. Ma la sua opinione ufficialmente non si è ancora sentita, anche se a lui viene attribuito il proposito di chiuderla con i Cinque Stelle qui e ora: di certo, l’ex segretario (anche questo si dice in Transatlantico) non pare abbia in mente di entrare in un governo Pd-M5s. Ma dirà lui stesso, già domenica sera ospite di Fabio Fazio, cosa pensa della situazione attuale.

Sarà ovviamente un parere molto importante in vista della Direzione di giovedì 3 al Nazareno (probabile inizio nel primo pomeriggio).

Uno snodo fondamentale della crisi ma che potrebbe anche non essere risolutivo, se è vero che ci sono molti pontieri al lavoro per evitare nel Pd conte e spaccature, puntando invece ad una soluzione più soft: disponibili a discutere con tutti ma ponendo l’asticella molto in alto con una serie di paletti politici e programmatici comprensibili al Paese. E’ un’ipotesi coerente con l’impostazione di Maurizio Martina. L’altra, più drammatica, è la conta, con (al momento) i no più forti dei sì. Ma ci sono ancora molti giorni per mediare.

Fonte: www.democratica.com – di Mario Lavia
del 27 Aprile 2018
Annunci

About ConfrontoDemocratico

View all posts by ConfrontoDemocratico →

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.