Annunci

La Finlandia verso l’addio al reddito di cittadinanza

La Finlandia verso l’addio al reddito di cittadinanza

Tutti gli occhi erano puntati sulla Finlandia dall’inizio del 2017, quando il governoaveva deciso di sperimentare il reddito di cittadinanza su un numero ristretto di persone fino alla fine del 2019.

Così erano state scelte dal ministero 2000 persone disoccupate e di età compresa tra i 25 e i 58 anni alle quali vengono tuttora assegnati 560 euro al meseper testare la proposta avanzata dall’esecutivo di centrodestra. L’esperimento si sarebbe dovuto ampliare nel corso del tempo, coinvolgendo nel programma non solo persone senza occupazione, ma anche lavoratori. Sarebbe stato un modo, spiegano gli esperti, per verificare se delle persone già occupate fossero state in grado di trovare un impiego migliore nel lasso con il reddito di cittadinanza. L’obiettivo dell’esperimento, infatti, non era principalmente quello di combattere la povertà ma di incentivare l’occupazione.

Ma evidentemente qualcosa non sta funzionando, perché la Finlandia, oltre a non ampliare la fascia di persone che ricevono il sussidio, ha anche modificato alcune regole di base. A dicembre, infatti, il Parlamento ha approvato una legge che impone alle persone in cerca di impiego di lavorare almeno 18 ore nel corso di tre mesi e stabilisce che se queste persone non riescono a trovare un lavoro, perdono alcuni dei loro beneficirendendo i sussidi di disoccupazione subordinati alla ricerca di lavoro.

Insomma, la Finlandia si sta allontanando dall’idea originale di reddito di cittadinanza. E probabilmente la sperimentazione terminerà alla fine del 2018, un anno prima rispetto al previsto, senza diventare realtà nel paese scandinavo. Il governo sta già pensando a un nuovo sistema di sussidi più simile al credito universale britannico, un sussidio introdotto nel 2013 per accorpare le varie fonti di reddito destinate ai disoccupati.

Fonte: www.democratica.com – del 22 Aprile 2018

di Silvia Gernini

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: