“Dite a Laura che l’amo”. Roberto Fico, un comunista alla Camera

Anche i numeri sono un’ opinione. L’ ufficio di presidenza della Camera dà il via libera alla formazione del gruppo parlamentare di Liberi Uguali nonostante il partito di Piero Grasso non abbia i numeri necessari. Attualmente gli eletti di LeU siedono nel gruppo Misto e contano quattordici deputati a fronte del minimo di venti previsti dal regolamento di Montecitorio per la formazione di un gruppo. Per questo è stata necessaria una deroga, come già avvenuto in altri casi in passato. Curioso ricordare, però, come la decisione del presidente grillino Roberto Fico non fosse così scontata: nel 2013 fu proprio il Movimento 5 Stellea opporsi alla medesima richiesta da parte del gruppo parlamentare di Fratelli d’Italia. Insomma, per la Meloni no ma per la Boldrini sì. Come cambiano i tempi, soprattutto quando si pensa a Palazzo Chigi e ogni voto potrebbe pesare.

Fonte: Libero Quotidiano.it

del 10 Aprile 2018

Annunci

About ConfrontoDemocratico

View all posts by ConfrontoDemocratico →

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.