Le migliori perle di Paola Taverna VIDEO

Dal giorno della sua elezione a Palazzo Madama come vicepresidente non smettono di circolare sui social video con le migliori chicche di Paola Taverna, oltre a una quantità infinita di meme che scherzano sul suo personaggio dagli atteggiamenti a volte un po’ eccessivi e dalla spiccata parlata romana.

Non abbiamo resistito e anche noi abbiamo recuperato qualche video con quelle che secondo noi sono le sue migliori perle.

 

Durante la campagna per l’elezione del sindaco di Roma, Taverna sul palco M5s a Ostia dà il meglio di sé, mostrando tutta la sua fine oratoria: “Ma va’ a mori’ ammazzato, me stai a rompe li co**ni!”. A parte il meraviglioso show, aspettiamo novità sull’emergenza “monnezza” e sulla funivia di cui Taverna parla nel video.

 

“Io nun so’ politico! Nun te poi permette de chiamamme politico!”. Questa è una delle frasi più celebri sui social perché è una delle scene che meglio rappresenta la “cittadina” Paola Taverna; lo scontro verbale è avvenuto durante le manifestazioni degli abitanti di Tor Sapienza contro il centro migranti aperto nel quartiere.

 

In tv abbandona l’accento romano e forse questo la rende meno sicura di sé. Durante un’intervista con Maria Latella su Sky emerge tutto il suo imbarazzo rispondendo a una domanda sul successo dell’Expo, oggetto di numerose critiche da parte di Beppe Grillo che scommetteva sul flop che non c’è stato. Allora gli account del Pd fecero girare una video-parodia con la senatrice che cerca di minimizzare, senza successo, l’ottima riuscita dell’Esposizione universale di Milano.

Di nuovo in difficoltà durante una puntata di Otto e mezzo, di nuovo per giustificare una dichiarazione strampalata di Beppe Grillo, secondo il quale i cittadini per votare dovrebbero dimostrare di conoscere la Costituzione. Questa volta a rendere la vita difficile a Taverna è il giornalista Marco Damilano che la interroga sulla carta costituzionale.

Purtroppo non c’è il video, perché quella volta l’intervista venne fatta in radio, ma resta comunque memorabile la teoria del complotto ipotizzata da Paola Taverna in occasione delle elezioni a Roma: “Potrebbe essere in corso un complotto per far vincere il Movimento Cinque Stelle a Roma”.

Fonte: Democratica – del 30/03/2017

Annunci

About ConfrontoDemocratico

View all posts by ConfrontoDemocratico →

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.